L'AMBIENTE DELL'HOTEL

L’Hotel Monte Puertatierra si trova vicino al centro di Cadice, in una posizione strategica vicino alle mura di Puerta Tierra e a 100 metri dalla spiaggia di Santa María del Mar. La spiaggia dista circa 20 minuti a piedi dall’hotel.

I dintorni dell'hotel

Cádiz

Spiagge

L’Hotel Monte Puertatierra si trova a pochi metri dalla spiaggia di Santa María del Mar, accanto a un’ampia passeggiata che conduce al muro della Puerta Tierra, che separa la parte nuova dal centro storico. Inoltre, si trova lungo il principale viale di accesso alla città, il che lo rende un luogo ideale e privilegiato sia per chi visita la città per turismo, sia per chi viene per lavoro.

L’Hotel Monte Puertatierra è la destinazione perfetta per chi desidera immergersi nella storia della città senza trascurare il turismo costiero.

Ci troviamo nella zona di Puertatierra, vicino alle mura di Cadice, al Teatro Romano e alla Prigione Reale (oggi Museo Iberoamericano).

Il centro storico si trova a 10 minuti a piedi dall’hotel e la Cattedrale a circa 20 minuti. L’hotel offre anche un ottimo accesso alle spiagge di Cadice, a soli 100 metri dalla spiaggia di Santa María del Mar.

Prenotate con noi e scoprite Cadice in tutto il suo splendore.

La provincia di Cadice ha un litorale molto esteso, con innumerevoli spiagge di grande qualità. Spiagge molto apprezzate e di grande qualità sia per la purezza delle acque che per il candore delle sabbie. Non a caso è stata definita in alcune pubblicazioni “I Caraibi d’Europa”.

La capitale di Cadice è interamente bagnata dal mare, poiché è formata da un istmo e da un lato ha l’Oceano Atlantico e dall’altro la Baia di Cadice.

Nel suo territorio comunale si trovano sia spiagge urbane che altre più isolate, con costruzioni molto limitate, che sono simili a spiagge allo stato vergine.

Posizione - Hotel Monte Puertatierra

Zona porta a terra

Questa zona è principalmente un’area residenziale, commerciale e di svago, dove vale la pena menzionare le spiagge che la costeggiano e dove si possono fare passeggiate, sport e bagni.

Posizione - Hotel Monte Puertatierra

Santa María del Mar

Naturalmente, vale la pena menzionare la spiaggia di Santa María del Mar, con una lunghezza di 900 m, situata a pochi metri dall’hotel e da visitare preferibilmente a est. Questa spiaggia offre una vista panoramica sulla Cattedrale di Cadice, oltre a essere un punto d’incontro per gli appassionati di surf, il che non significa che non si possa fare il bagno.

Posizione - Hotel Monte Puertatierra

Catedral y Mirador de la Torre de Poniente

La Cattedrale di Cadice “Santa Cruz sobre el mar” o Santa Cruz sobre las Aguas è conosciuta dagli abitanti di Cadice anche come Cattedrale Nuova, a differenza della Cattedrale Vecchia, che fu costruita nel XVI secolo sulla Cattedrale Gotica da Alfonso X El Sabio. La Cattedrale gotica subì una serie di riforme nei secoli XV e XVI, fino a quando gli anglo-olandesi guidati dall’ammiraglio Howard e dal conte di Essex conquistarono e saccheggiarono Cadice nel 1596.

È uno degli edifici emblematici. Ha una pianta a croce latina e stili barocchi e neoclassici. Il suono del mare all’interno è travolgente. Dalla torre ovest della cattedrale si godono splendide viste panoramiche della città e dell’Oceano Atlantico.

Posizione - Hotel Monte Puertatierra

Muralla de Puerta Tierra

Progettato dall’architetto e accademico Torcuato Cayón, faceva parte di un ambizioso piano difensivo contro i pirati e i nemici della corona, coprendo il perimetro della penisola, che era formato da mura piene di bastioni e fortezze. Fu costruita con conci di pietra d’ostrica e muratura e presenta alle due estremità i mezzi bastioni di San Roque e Santa Elena.

La Muraglia di Puerta Tierra, oltre alle aree riservate alle visite come la volta centrale, la torre e il camminamento superiore, ospita anche le sale del Museo dell’Officina Litografica e del Museo delle Marionette Iberoamericane.

Posizione - Hotel Monte Puertatierra

Castillo de Santa Catalina

Dopo il saccheggio anglo-olandese della città nel 1596, il re Filippo II inviò a Cadice l’ingegnere Cristóbal de Rojas per un progetto difensivo. Rojas sostenne che l’intervento immediato sarebbe stato quello di costruire un forte nella baia di Santa Catalina per proteggere uno dei fronti più vulnerabili della frontiera marittima.

Il castello rappresenta un importante esempio di architettura militare dell’epoca moderna ed è arrivato fino ai giorni nostri senza grandi cambiamenti. Ha una pianta a forma di stella con due facciate specifiche: una formata da bastioni triangolari situati sulla riva, e l’altra aperta sulla città dove si trova l’unica porta d’ingresso all’anello. Regola il livello dell’acqua nelle chiuse. Il ponte conduce a un’unica porta, sorvegliata da una torre di guardia in cima, sotto la quale si trova una targa che ne ricorda il completamento sotto il regno di Filippo II.

Posizione - Hotel Monte Puertatierra

Castillo de San Sebastián

Il Castello di San Sebastián, situato su questa piccola isola, prende il nome da una cappella costruita dall’equipaggio di una nave veneziana nel 1457, che ebbe il permesso di fermarsi lì per curare la peste che affliggeva l’isola. Per la costruzione di questo tempio, i veneziani utilizzarono le rovine di un vecchio faro, che nel 1613 fu sostituito da una torre di avvistamento, che oltre ad essere una guida per i marinai, aveva anche una funzione difensiva. Il faro fu ricostruito nel XVIII secolo e nel 1908 fu sostituito dalla struttura attuale.

Per rafforzare le difese del sito, nel 1706 fu costruito un castello, accessibile da ponti levatoi intorno al fossato esterno. L’isola è circondata da un corrimano, ad eccezione della regione meridionale, dove le pendenze sono sufficienti.

Posizione - Hotel Monte Puertatierra

Teatro Romano

Il teatro romano di Cadice fu costruito intorno al 70 a.C. quando il cittadino di Cadice Lucio Cornelio “Il Vecchio” Balbo, amico intimo e consigliere di Giulio Cesare, insieme al nipote Balbo “Il Giovane”, decise di ampliare i confini della città, costruendo così la Necropoli. In questa nuova area vennero costruiti un anfiteatro e un teatro, poi ubicati nel 1980 nell’attuale quartiere di El Pópulo.

L’edificio fu abbandonato nel III secolo d.C. Fu saccheggiato nel secolo successivo, anche se i resti della sua imponente struttura servirono da granai, stalle e abitazioni fino al Medioevo. Servì anche come fortezza islamica, citata nelle fonti dell’epoca come “Castello del Teatro”, e poi ricostruita da Alfonso X “il Saggio” dopo la conquista della città.

Posizione - Hotel Monte Puertatierra

Gran Teatro Falla

Parlare del Gran Teatro Falla significa parlare della scena artistica e culturale di Cadice. Dal punto di vista architettonico, si tratta di un edificio in stile neo-mudéjar, dentro e fuori. A prima vista, colpiscono il colore della facciata in mattoni rossi, le grandi finestre ad arco e i numerosi dettagli in stile ispano-arabo. I lavori iniziarono nel 1885, sulle ceneri dell’antico Gran Teatro, completamente distrutto da un incendio nel 1881, e furono completati nel 1905. Il progetto fu affidato agli architetti Adolfo Morales de los Ríos e Adolfo del Castillo Escribano. Il teatro fu inaugurato il 12 gennaio 1910 con uno spettacolo sinfonico di Barbieri. Fino al 1926 il teatro si chiamava Gran Teatro de Cádiz, ma il suo nome fu cambiato in Gran Teatro Falla in onore del famoso musicista di Cádiz Manuel de Falla, cittadino onorario della città.

Al Gran Teatro Falla vengono presentate durante tutto l’anno diverse opere legate alle arti dello spettacolo, tra cui teatro, cinema, musica e danza. Tuttavia, il suo culmine arriva a febbraio, quando il teatro ospita il COAC (Concorso Ufficiale dei Gruppi Carnevaleschi di Cadice), una delle attività più popolari e importanti della città, in cui gruppi di diverse modalità carnevalesche esprimono tutta la loro arte attraverso le loro coplas.

Posizione - Hotel Monte Puertatierra

Playa de la Victoria

Poi si arriva alla spiaggia Playa de La Victoria. Si tratta di una spiaggia urbana che si estende per tutta la lunghezza dell’area esterna alle mura di Cadice. È lunga 2.800 metri. È la più lunga del centro città ed è molto frequentata. Questa spiaggia è accompagnata da un lungomare con una moltitudine di bar sulla spiaggia, ristoranti e locali.

Posizione - Hotel Monte Puertatierra

Playa de cortadura

La spiaggia successiva è Playa de la Cortadura, l’unica non edificata e quindi la più naturale di Cadice. È lunga 3.900 metri e si estende lungo tutto il tratto di terra che separa l’Oceano Atlantico dalla Baia di Cádiz e collega le città di Cádiz e San Fernando.

Posizione - Hotel Monte Puertatierra

Playa de El Chato/Torregorda

Spiaggia di El Chato/Torregorda, spiaggia naturale che unisce i comuni di Cadice e San Fernando. È lunga 2.700 metri ed è un prolungamento della spiaggia di La Cortadura. Vale la pena ricordare che all’inizio di questa spiaggia si trova il Ventorrillo el Chato, un’antica locanda e sosta per i viaggiatori, risalente al 1780. Oggi è un ristorante con una lunga storia.

Tutte queste spiagge, unite tra loro e senza alcun tipo di barriera, formano una spiaggia lunga circa 10 km. Questo le rende ideali per passeggiare, fare il bagno e godersi le giornate di sole e i tramonti spettacolari, prendendo un aperitivo in uno dei suoi bar sulla spiaggia.

Posizione - Hotel Monte Puertatierra

Playa de la Caleta

Infine, dobbiamo menzionare la più popolare di tutte, la spiaggia di La Caleta. È la più piccola di tutte, poiché è lunga solo 450 metri e si trova proprio nel centro storico, in particolare tra i castelli di Santa Catalina e San Sebastián.

È una spiaggia di grande bellezza e vale la pena ricordare che qui si trova il Balneario de Nuestra Señora de la Palma y del Real Spa, un edificio storico dichiarato Bene di Interesse Culturale, che oggi ospita il Centro di Archeologia Subacquea.

La grande attrattiva delle spiagge di Cadice, insieme al suo patrimonio storico, monumentale, culturale e gastronomico, oltre al suo clima e alla gentilezza e cordialità dei suoi abitanti, hanno reso la città una destinazione turistica di prim’ordine, molto apprezzata in Spagna e oltre i nostri confini.